Contronatura
3 min read

Contronatura

Contronatura

Tempo fa qualcuno mi disse che adottare non è naturale, quindi adesso facciamo un esercizio.

Scegli, tra le alternative date, tutte quelle frasi o parole che rendono vera la seguente frase

___________ è una cosa assolutamente naturale che si può trovare direttamente in natura o osservare nel comportamento di animali selvatici.

  1. Indossare vestiti
  2. Costruirsi una casa
  3. Gli investimenti finanziari
  4. I dollari
  5. La ricerca scientifica
  6. Investire miliardi di dollari nella ricerca scientifica per trovare cure a malattie che sono probabilmente causate dal progresso della società stessa
  7. Netflix
  8. I tribunali
  9. Le biciclette
  10. I concorsi canini
  11. Lo shuttle
  12. Le favole
  13. Le bottiglie d'acqua
  14. La penna bic
  15. I campi di padel
  16. I complottisti
  17. Il matrimonio
  18. Le offerte prendi 3 paghi 2
  19. I pantaloni a pinocchietto
  20. Scrivere newsletter
  21. Leggere newsletter
  22. Iscriversi a una newsletter perché la scrive un tuo amico ma poi accorgersi che non è cosi divertente come ti aspettavi e non sapere bene come fare per disiscriverti senza ferire i suoi sentimenti
  23. Le auto
  24. Le autostrade
  25. Il codice stradale
  26. Le multe
  27. La notte stellata di Van Gogh
  28. Il Karaoke
  29. Le leggende metropolitane
  30. Le ballerine (le scarpe)
  31. Il commissario Winchester
  32. La linea Maginot
  33. Il delivery in 1 giorno di Amazon

Che poi non mi è ben chiaro perché il "naturale" dovrebbe essere meglio in assoluto. Certo un piatto sano è evidentemente meglio dei cibi super processati, ma vogliamo tornare a vivere nelle caverne congelandoci d'inverno e con un'aspettativa di vita di 30 anni? Perché tutto quello che c'è più di quello è - come si suol dire - artificiale.

Artificiale. Questa parola che oggi ti fa sentire un forte bisogno di fare una settimana di dieta detox con lezioni di yoga due volte al giorno già solo per averla letta, deriva da artificio, che deriva da artefice, che deriva artifex, che al mercato mio padre comprò.

Artifex è composto da ars artis, arte, e dal tema di facere, fare; Artefice è quindi colui che fa l'arte, colui che "esercita un’arte manuale che richieda esperienza e ingegno" come dicono alla Treccani. Ora, definire un paio di ballerine un'opera d'arte mi sembra una frase molto forte, ma di sicuro sono artificiali secondo la definizione più ampia.

Ma se diciamo che quello che viene prodotto dall'uomo è artificiale e quello che si trova in natura è naturale, le dighe fatte dai castori cosa sono? Non si trovano in natura quindi non sono naturali, ma sono fatte da animali che "seguono la loro natura". In base a come le classifichereste le implicazioni sono interessanti: in un caso l'uomo non è l'unico essere in grado di "compiere artifici": la scimmia che sale sulla scatola e usa il bastone per prendere la banana? il topo che esce dal labirinto? Non sono forse frutto di esperienza e ingegno? Nell'altro caso, se diciamo che quello che viene prodotto da un animale è naturale per definizione, allora anche tutto quello che produce l'uomo - in quanto animale - è naturale, no?

La terza via è quella che segue un percorso più illuministico e antropocentrico, per cui l'uomo è più e meglio degli altri animali, e allora alzo le mani.

Resta il fatto che se si considera il naturale come regola standard per ciò che è buono nel tentativo reazionario di rifiutare ciò che non piace, bisognerebbe essere pronti a vivere nudi nei boschi mangiando bacche (e non ditemi cacciando perché non vi ci vedo a cacciare... Specialmente a mani nude, niente bruttezze artificiali per voi naturisti.)